L-Carnitina: un alleato per lo sport

L-carnitina per sport e benessere. Esaminiamo i potenziali benefici dell’assunzione di carnitina e il suo funzionamento all’interno del nostro organismo.
l carnitina

Che cos'è LA l-CARNITINA

La carnitina (o L-carnitina) è un amminoacido non proteico presente nei tessuti animali, in particolare nella carne bovina, da cui il nome. È un cosiddetto carrier degli acidi grassi: li trasporta all’interno delle cellule e consente ai mitocondri di utilizzarli per la produzione di ATP.

Viene sintetizzato naturalmente dal nostro corpo a livello di fegato e reni, grazie all’interazione tra Vitamina C e due amminoacidi importanti, la lisina e la metionina.

Caratterizza il 90% delle cellule muscolari.

carnitina sport

proprietà della l-carnitina

La L-Carnitina viene utilizzata come integratore nutrizionale soprattutto per:

  • Incrementare le performance atletiche
  • Facilitare la combustione dei grassi
  • Proteggere le funzioni cerebrali

carnitina latticini

Ha un’importante azione antiossidante soprattutto nelle cellule cardiache e muscolari: 

  • è cardio e vasoprotettiva
  • contribuisce all’aumento di contenuto di colesterolo buono (HDL)
  • contribuisce alla riduzione di trigliceridi nel sangue

Assumere un integratore con L-carinitina all’interno di un quadro alimentare ipocalorico, permette di avere migliori prestazioni sportive. Riduce inoltre la formazione di acido lattico e le pulsazioni durante l’affaticamento.

Premesso che l’utilizzo di tutti gli integratori è subordinato al consiglio di un medico o di un farmacista, possiamo dire che effetti collaterali propriamente detti per la L-carnitina non ce ne sono! 

Come in tutte le cose, è sempre meglio evitare quantià di assunzione elevate per escludere al meglio l’intolleranza a questo parafarmaco e quindi il manifestarsi di diarrea, nausea o vomito.

Gli utilizzi della l-carnitina

l carnitina

È contenuta soprattutto negli alimenti di origine animale come la carne ed i prodotti caseari ma anche nell’avocado e nel Tempeh (semi di soia fermentati).

Data la prevalenza nei prodotti animali, coloro che seguono una dieta vegana potrebbero manifestare deficit di carnitina.

Ecco perché per chi segue questo tipo di alimentazione, si consiglia l’integrazione con prodotti che abbiano questo tipo di molecola in grado di contrastare la carenza.

Per i vegetariani, invece, la situazione è più controllata.

La riduzione di questo amminoacido è solo del 10% rispetto agli onnivori, probabilmente da attribuire al consumo stabile di latticini.

L-carnitina per il dimagrimento

La L-carnitina, poi, viene spesso assunta come integratore per la perdita di peso e per migliorare le funzioni cerebrali.

Grazie al fatto che la carnitina trasporta gli acidi grassi a lunga catena nel punto giusto (nei mitocondri), alla carnitina sono state da sempre attribuite attività utili nella lotta all’obesità
 
Non c’è testimonianza di una correlazione con la riduzione della massa grassa corporea, ma l’integrazione con questo fattore sicuramente è rilevante per il mantenimento dello stato di salute cardiovascolare.

In generale possiamo dire che l’utilizzo di L-Carnitina favorisce la qualità della vita!

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

GLI INTEGRATORI DI SESTRE CHE CONTENGONO l-carnitina

Se questo approfondimento ti è stato utile, metti un like e condividilo!

Per essere sempre aggiornato sul mondo della nutraceutica, ricordati di iscriverti alla newsletter 😉

Ti aspettiamo!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Articoli correlati:

fertilità femminile cos'è

Integratori gravidanza: i nutrienti fondamentali per la gravidanza

In gravidanza l’alimentazione, come l’integrazione, è fondamentale. Conoscere quali sono i giusti nutrienti da assumere e in quali integratori per la gravidanza trovarli, ti permette di vivere questo momento in serenità e portando avanti la gestazione nel migliore dei modi

Gravidanza a 40 anni

Gravidanza a 40 anni: come preservare la fertilità

Dall’ultimo rapporto Istat sulla natalità, in Italia, l’8.3% delle donne che concepiscono il primo figlio ha più di 40 anni. Se anche tu stai cercando una gravidanza e hai oltre i 40 anni, leggi questo articolo: ci sono tanti consigli per preservare la tua fertilità!

Coenzima Q10

Coenzima Q10 per rimanere incinta: ecco perché è importante

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il Coenzima Q10, molecola fondamentale per la qualità ovocitaria, cali con l’aumentare dell’età. A cosa serve il coenzima Q10? Quali sono i benefici del coenzima Q10? Qual è la relazione tra il coenzima Q10 e la fertilità? Ne parliamo in questo articolo.

Endometriosi e alimentazione

Endometriosi e alimentazione: come alleviare il dolore

Uno studio condotto su oltre 81.000 donne, ha evidenziato come le donne che consumano carne rossa 2 volte al giorno aumentino il loro rischio del 56% di sviluppare l’endometriosi.
Scopriamo insieme come l’alimentazione e l’endometriosi sono collegate e perché seguire una sana alimentazione riduce i sintomi dell’endometriosi, fino a prevenire la sua comparsa.

Iscriviti alla Newsletter

Notizie scientifiche sul benessere, consigli e tanto altro… in più 10% di sconto sul primo ordine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *